+39 0831 617865Consegna free in Italia con ordine minimo 150€
Bere il vino in lattina? Da non credere! Eppure c’è chi apprezza…

Bere il vino in lattina? Da non credere! Eppure c’è chi apprezza…

Che dall’altra parte dell’oceano se ne vedano davvero di tutti i colori, non è una novità. Dalla realizzazione del sogno americano in poi, tutto ciò che è stato proposto dal mondo a stelle e strisce è sempre stato all’avanguardia, tecnologico e allo stesso tempo bizzarro. Tanto bizzarro da proporre sul mercato cose che non avremmo mai pensato di vedere, neanche in dieci vite. E il mondo del vino non è rimasto esente dalle stranezze made in U.S.A.

In America da qualche tempo ha preso piede una moda che all’inizio sembrava non poter avere scampo, ma che in realtà ha avuto, e continua ad avere, un successo clamoroso. Una di quelle cose che gli addetti al settore non avrebbero mai voluto né sentire né tantomeno vedere, difficile da credere. Negli States da un paio d’anni il vino si vende anche in lattina.

Si, per quanto possa sembrare un’assurdità, avete letto benissimo. Il vino in America viene bevuto tirando la linguetta di una fredda lattina d’alluminio. E solo il pensiero che si possa utilizzare una cannuccia come si fa per una qualsiasi bevanda gasata, fa letteralmente rabbrividire. Che piaccia o no, quelli che sono stati ribattezzati “canned wines” (vini in lattina, appunto) stanno conquistando il Nord America, soprattutto le giovani generazioni alla ricerca di praticità e convenienza. E il mercato si è ampliato così tanto che anche le più grandi aziende vinicole americane hanno cominciato a produrre vino in lattina, con movimenti complessivi da oltre 7 milioni di dollari.

Chi è maggiormente interessato a degustare (questa parola a noi così cara sembra inutilizzabile per l’occasione) i vini in lattina sono proprio i giovani nella fascia d’età compresa tra i 21 e i 34 anni. Con il dovuto rispetto per i gusti di ognuno di noi, questa cosa proprio non riusciamo a comprenderla. È stato già abbastanza difficile per gli appassionati accettare la birra in lattina, ma il vino…

Un vino che non sia in bottiglia ci priverebbe della bellezza  di tutto quello che gravita intorno al vino stesso: il tappo, il cavatappi, la mescita, i calici, le cantine…c’è bisogno di aggiungere altro? Si, facciamolo. Se la differenza di sapore si riscontra tra una bibita gasata in lattina e la stessa racchiusa in una bottiglia di vetro, vogliamo che non valga la stessa cosa per il vino? Non c’è bisogno di rispondere.

Prendiamo atto di un cambiamento che, al momento, ha coinvolto una parte di mondo distante da noi (a livello chilometrico) ma che da sempre esercita un’attrazione su questo lato di globo da non sottovalutare. Ci auguriamo che questa volta la nostra storia possa parlare da sola, perché a noi il vino piace in bottiglia e in alto vogliamo continuare a levare i calici per gustarne colori, odori e quei meravigliosi sapori. Alle lattine lasciamo le bibite gasate! Cin cin!