Ogni vino ha la sua acqua…

Comment: 0

Non basta essere appassionati di vino per sapergli abbinare il giusto cibo. Ogni sapore ha bisogno del suo accompagnatore migliore, tanto nel piatto quanto in un calice. Tempo fa abbiamo dedicato un pezzo sul nostro sito proprio a quelli che potrebbero essere gli accostamenti migliori tra cibo e vino, cercando di indicare i tranelli in cui non cadere. Noi che amiamo alla follia il vino, mai vorremmo che qualcuno lo degustasse in modo sbagliato. E in questo gioco, anche l’acqua ha il suo ruolo importante.

Esattamente come per i cibi, dobbiamo essere in grado di accostare la giusta acqua al vino che stiamo degustando. A voler trovare una regola di base per la giusta acqua, potremmo dire che la migliore è quella che contiene il minor numero di minerali. Il perché è presto detto: l’acqua con basso contenuto di minerali preserva gli aromi in bocca più a lungo di tutte le altre. Quindi, se proprio avessimo bisogno di un concetto di base, potremmo partire da questo.

Ma se volessimo scendere nei particolari, scopriremmo che un’acqua ad alto contenuto di minerali contribuirà a far risaltare i tannini e l’acidità del vino, a scapito della percezione della dolcezza. Invece un’acqua basica terrà a bada i tannini in favore proprio della dolcezza del vino. Ecco perché è molto importante bere un’acqua che sia nel mezzo, neutra. Solo questo tipo di acqua consentirà di conservare più a lungo le peculiarità del vino bevuto, senza influire né nell’esaltazione dell’acidità né nella sua dolcezza.

Anche se fino a questo momento abbiamo fatto i conti senza l’oste. Non dobbiamo considerare il vino e l’acqua come se in tavola non ci fosse nient’altro. Non sarà semplice accostare il cibo al vino e all’acqua. Si, perché anche per alcuni tipi di cibi abbiamo bisogno di acque diverse. Per esempio: se quello che abbiamo nel piatto è un cibo leggero, l’acqua che dovremo bere sarà altrettanto leggera e con pochi minerali; un piatto con ricco contenuto di sale invece dovrà essere contrapposto a un’acqua con bassissimo contenuto salino; un’acqua ricca di minerali infine sarà da accompagnare a una pietanza dal sapore deciso, forte.

Che differenza c’è, infine, fra l’acqua liscia e quella frizzante? La prima è perfetta per i piatti dolci, mentre quella con le bollicine è adatta ai cibi più speziati. E pensare che avreste voluto semplicemente bere del vino a cena…