Benvenuti nel Salento, un paradiso terrestre che sintetizza uno stile di vita autentico e senza eguali. Il Salento è un luogo di attraversamento, tra est e ovest, un gioco di colori che crea un'estetica unica: masserie, case di città, case di campagna, antichi palazzi, piccoli villaggi, torri di avvistamento lungo le coste, ulivi e ... meravigliosi vigneti. Tutto intorno, pietre antiche, terra rossa, gente calorosa, strade strette, case imbiancate, balconi barocchi, gerani a cascata, semplicità e campagna incontaminata, mare blu. Poetico, intimo, stretto tra due mari, questo paradiso del sud Italia è allo stesso tempo semplice e sofisticato. Non c’è civiltà, dai Messapi in avanti, che non sia passata di qui, e ognuna ha lasciato le sue tracce. Un esempio è proprio il territorio su cui sorge Cellino San Marco, su quello che viene chiamato “Limitone dei greci”, ossia un’opera bizantina in pietra costruita intorno alla fine del VII secolo di cui non ci sono prove, ma che, secondo la Storia, avrebbe dovuto costituire un limite tra i domini bizantini (greci) dell’attuale Salento a sud, e quelli longobardi a nord - ossia da Otranto fino alla distrutta Valesio, città prima Messapica, poi Greca e poi Romana, che sorgeva tra l’attuale Cellino e il Mar Adriatico. Crogiolo di razze, centro del mediterraneo e quindi per molti secoli anche del mondo, terra di cultura, certamente dai forti contrasti e dalle grandi passioni.

cms-img