Gennaio: periodo di potatura e legatura

Comment: 0

Per la vite il mese di gennaio è dedicato alla potatura dei tralci. Se in passato la potatura era considerata un lavoro unicamente per uomini, oggi grazie all’introduzione nel mercato delle forbici elettriche è diventata una professione anche per donne. Nel periodo che transita dalla caduta delle foglie (novembre) alla fase del pianto (febbraio) la pianta di vite è potata. I vari corsi di aggiornamento tenuti negli anni hanno professionalizzato la manodopera di Cantine Due Palme. Con quest’operazione è asportata una parte ingente del legno prodotto nell’annata agraria affinché ciò possa avere un effetto benefico sulla vite e sulla sua capacità di sviluppo. Quest’operazione colturale serve ad abbassare il numero di grappoli presente su ogni pianta migliorando così la qualità delle uve, l’aumento delle dimensioni del grappolo con la conseguente riduzione del diradamento. Sulla pianta sono lasciate un numero di gemme sufficienti a produrre la giusta quantità di grappoli che la pianta è in grado di portare a maturazione. I tecnici di Cantine Due Palme effettuano sia la potatura classica, su cordone speronato, sia la potatura su guyot. Inoltre, si potano anche l’alberello pugliese e la palmetta, con le medesime tecniche. Tra 20 giorni effettueremo la legatura dei tralci. Nella moderna viticoltura, infatti, è necessario il fissaggio dei tutori ai fili orizzontali tesi lungo i filari. Infine mercoledì prossimo saranno impiantate le nuove barbatelle di Negroamaro, Aleatico, Susumaniello e Primitivo, su un totale di 10 ettari.