Al via le operazioni di potatura verde

Comment: 0

A Cellino San Marco, Cantine Due Palme ha dato il via alle operazioni di potatura verde. Una pratica importantissima necessaria a impostare una forma di allevamento della vite e a favorire la maturazione dei grappoli.

A Cellino San Marco, nel cuore del Salento che sembra tornato alla vita, almeno nei colori e nei profumi della campagna, Cantine Due Palme ha dato il via alle operazioni di potatura verde. Una pratica importantissima che viene eseguita manualmente e necessaria a impostare una forma di allevamento della vite: Alberello pugliese, cordone speronato e guyot i più usati in questa parte d’Italia. Una squadra di potatori altamente formati, muniti di guanti e forbici, ha il compito di spogliare la pianta di circa il 50% della nuova vegetazione. Sebbene privare la vite di una parte importante dei nuovi germogli sembri un’operazione aberrante, questa pratica garantisce di controllare la produzione futura e di ottenere uve di altissima qualità. Il lavoro nei campi inizia di buon’ora, appena i primi raggi del sole baciano la terra rossa dell’agro salentino e termina quando le lancette segnano mezzogiorno. Una prerogativa di Due Palme è da sempre quella di seguire il processo produttivo in tutte le sue fasi, non lasciando niente al caso, ma bisogna fare i conti con la realtà nella quale risulta sempre più difficile trovare mano d’opera qualificata e, soprattutto, formata allo svolgimento di mansioni così importanti per ottenere quei vini che hanno saputo conquistare i palati più esigenti e critici. «Teniamo affinché i nostri vigneti vengano potati da professionisti che siano aggiornati sempre da corsi di formazione. Potare bene la pianta significa assicurarsi un buon prodotto» Sottolinea il direttore tecnico agronomico Nicola Scarano. L’attività avrà seguito fino a giugno, quando si entrerà nella fase di ingrossamento dell’acino.