+39 0831 617865Consegna free in Italia con ordine minimo 150€
Le buone abitudini: avvinare i calici prima di servire il vino

Le buone abitudini: avvinare i calici prima di servire il vino

Sarà capitato a tutti di dover far ricorso al “servizio buono”. Quello che si rispolvera per le grandi occasioni, per i pranzi e le cene formali. Piatti, posate e bicchieri utilizzati solo in pochissime circostanze e che per molto tempo vivono in solitudine in qualche credenza o armadio all’interno delle nostre case. Dopo mesi a prendere la polvere, la cosa che facciamo prima di riutilizzarli è pulirli. Acqua e detersivo e tutto è pronto. Basta così?

Non vogliamo dirvi di utilizzare per ogni pasto quotidiano posate d’argento e calici di cristallo. Amiamo anche noi la comodità e la semplicità del vivere informale. Ma qualche consiglio potrebbe tornarvi utile per conservare e utilizzare al meglio il vostro servizio migliore. Ovviamente, per quanto ci riguarda, il consiglio più importante che ci sentiamo di darvi riguarda come conservare e pulire i calici.

Nulla di complicato, non vi chiederemo neanche carta e penna. Cominciamo dalla conservazione. Nel momento in cui riponete i calici nella credenza, non lasciateli a testa in giù. Il contatto diretto con la mensola in legno, o con un panno di stoffa o carta, con un telo di plastica, non farà altro che trasmettere gli odori ai vostri calici, proprio laddove saranno posate le labbra per bere. E sono odori tanto persistenti che anche una buona pulizia e un buon detersivo potrebbero non mandarli via del tutto. Non vorrete mica che il vostro vino sappia di plastica umida, vero? Sappiamo già la risposta, quindi…lasciate i calici nella loro posizione naturale, con la testa rivolta verso l’alto.

Nel momento in cui poi dovrete utilizzare i vostri calici, anche dopo aver dato loro una ripulita, potete ricorrere al loro avvinamento. Il modo più efficace per pulire i bicchieri nei quali andrete a bere. È molto semplice: dovrete versare un po’ di vino nel calice, inclinarlo per far sì che il liquido bagni le sue pareti e poi versarlo. Basta davvero pochissimo vino. In questo modo il bicchiere non solo sarà pulito, ma avrà già un po’ degli odori del vino che dovrete bere.

Un metodo raffinato che è utile anche nel passaggio da un vino all’altro, qualora non abbiate la possibilità di cambiare calice. Gli odori sono troppo importanti nella degustazione di un vino, non possiamo comprometterli. Alzate i vostri calici…puliti e rigorosamente senza odori!